5 consigli per migliorare
le tue Campagne AdWords

web marketing

Google AdWords   •   ottobre 20, 2017

Se hai un account AdWords e gestisci una o più campagne PPC (Pay Per Click) per trovare nuovi clienti sul web, devi sapere che esistono molte metriche e dati statistici che possono aiutarti ad ottimizzare di molto il rendimento delle tue campagne.

Ci capita molto spesso di rifare Campagne AdWords o di crearne nuove, per questo vogliamo aiutarti a capire ciò che puoi fare per ottimizzare il PPC online.

Il primo errore di una Campagna AdWords?

L’impostazione. Se sei alle prime armi magari ti sei fatto confondere da qualche termine che non conosci e, preso dal momento, hai impostato in modo scorretto la campagna AdWords. Non preoccuparti, siamo qui per aiutarti proprio ad identificare gli errori tipici e sistemarli in men che non si dica.”

Ricorda:

  • Devi avere pronta una Landing Page efficace
  • Devi aver trovato le keyword giuste

  • Pensa sempre all’utente finale

Errore #1: Rete di Ricerca con Selezione Display

Senza paura ci sentiamo di definire questa impostazione di campagna come “una fregatura”. Quando crei una nuova campagna puoi scegliere se impostarla come campagna di Rete di Ricerca, come Rete Display, come Shopping, Video oppure… come Rete di Ricerca con Selezione Display. Ne abbiamo viste tante, e campagne impostate così causano solo gran confusione, Ricerca e Display hanno obiettivi diversi! Non mettiamole insieme.

La Rete di Ricerca consiste negli annunci testuali che appaiono in SERP dopo aver cercato una determinata keyword. La Rete Display sono quegli annunci, banner e immagini che trovi su siti da te selezionati o che parlano di argomenti da te selezionati. Come puoi immaginare sono due cose ben distinte, non mischiarle mai!

Errore #2: Codice di monitoraggio delle Conversioni

Una campagna su Rete di Ricerca è poco efficace se non hai integrato nel tuo sito il codice di monitoraggio delle Conversioni. Si tratta di un piccolo script fornito da Google, da aggiungere nella pagina di ringraziamento pubblicata automaticamente dopo la compilazione di un modulo, l’inserimento di un prodotto nel carrello o dopo qualsiasi azione che ritieni “conversione”. Lo trovi in AdWords > Strumenti > Conversioni.

Crealo e configuralo, è essenziale per ragionare su dati statistici effettivi utili a ottimizzare la Campagna AdWords alle conversioni!

Errore #3: Annunci non “armoniosi” senza A/B Test

Poniamo il caso che hai impostato la campagna correttamente ma ti accorgi che nonostante questo, hai un CTR basso e poche conversioni, nonostante le impressioni siano notevoli. Probabilmente hai creato Annunci di testo poco efficaci. Concentrati su scrivere annunci armoniosi ed invitanti, evita le banalità e distinguiti. Utilizza le lettere maiuscole (Esempio: Scarpe Uomo ad 1 Click da Te!) e imposta tutte le estensioni di annuncio.

Inoltre non limitarti a creare un singolo annuncio per gruppo di annunci, ma creane 2, anche 3 per gruppo. In questo modo Google alternerà la pubblicazione, scegliendo poi quello più efficace.

Errore #4: La struttura della Campagna

Ci capita di metter le mani su campagne AdWords già attive e non create da noi, ci tocca spesso rifarle perché le troviamo strutturate in modo errato. Spiegato a parole, questa è la struttura: Account > Campagna > Gruppi di annunci (e annunci) > Keywords.

Devi vendere scarpe da uomo? Crea una campagna “Scarpe da uomo” coi  relativi gruppi di annunci, del tipo: “Scarpe da uomo bianche”, “Scarpe da uomo nere”, “Scarpe da uomo sportive”. Ciascun gruppo di annunci avrà i suoi annunci di testo specifici e le relative keywords. Impostando la campagna in questo modo aumenterai notevolmente il CTR, la pertinenza e il punteggio di qualità. Spendi meno, ottieni di più.

Errore #5: Corrispondenza Generiche

Devi sapere che non basta scegliere le keywords ed aggiungerle alla campagna, esistono le corrispondenze. Puoi trovare sulle linee guida di Google spiegazioni molto precise su: corrispondenza generica, generica modificata, a frase, esatta. Noi vogliamo darti solo un’indicazione molto importante: evita di inserire keywords con corrispondenza generica!

Se ad esempio hai inserito la keyword “scarpe uomo” a corrispondenza generica, il tuo annuncio sarà attivato anche per keyword come “scarpe e scarpe”, “scarpe usate”, “siti scarpe”. Risultato: entra di tutto, non hai controllo sulle keyword, la pertinenza cala drasticamente e spendi molto.

Conclusioni

Di errori tipici ce ne sono molti altri, ma per ora ci fermiamo qua. Per realizzare una campagna AdWords, rivolgiti sempre ad un esperto, non pensare che sia semplice solo perché esiste AdWords Express. Ricorda di pensare agli utenti finali, progetta e pianifica i tuoi obiettivi.

Stay tuned… prossimamente riceverai altri consigli su come ottimizzare le tue Campagne AdWords.

Categorie

Chatta con Mario

Meta

By | 2017-10-20T16:51:03+00:00 ottobre 20th, 2017|Google Adwords|